Incentivi Energetici: cosa sono?

Gli incentivi energetici sono degli incentivi che, fissati periodicamente dallo stato sotto forma di legge, hanno la funzione specifica di agevolare lo sviluppo del fotovoltaico in Italia.

L’ultimo pacchetto di leggi, emanato lo scorso 5 maggio 2011, si chiama Quarto Conto energia. Il D.M. 05/05/2011, chiamato “Quarto Conto Energia”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 12/05/2011, fornire un aggiornamento delle tariffe che erano fissate dal Terzo Conto Energia del 06/08/2010.

Le condizioni di accesso alle tariffe di incentivo sono fissate in modo chiaro dai successivi conti energia: possono aver accesso agli incentivi tutti, dalle persone fisiche che giuridiche, soggetti pubblici e condomini.

Il requisito richiesto necessario all’ottenimento degli incentivi è che gli impianti installati debbano avere una potenza mai inferiore a 1 kWh. Inoltre gli impianti devono essere conformi ad alcune norme tecniche, dove la condizione necessaria è che gli impianti connessi alla rete elettrice, o a piccole reti isolate.

Gli incentivi in realtà consistono in una forma pratica del rimborso dell’energia prodotta dagli impianti che sono stati realizzati in maniera conforme a norma di legge, che viene messa in pratica dallo Stato per ogni kWh di energia prodotta dall’impianto per un arco di tempo di vent’anni dal momento dell’installazione e del collegamento dell’impianto alla rete.

In pratica lo Stato, tramite il GSE, acquista l’energia prodotta in base ad una tariffa, espressa in centesimi di euro e corrisposta per ogni kWh di energia prodotta: in altre parole permette a chi ha sostenuto un costo iniziale di installazione dell’impianto, di rientrare del costo iniziale che è stato sostenuto.

L’ultimo conto energia mostra di aver registrato una situazione di aggiornamento tecnologico relativamente agli impianti fotovoltaici di ultima generazione, allargando lo schema degli incentivi ad alcuni impianti dotati di alcune caratteristiche nuove tecnologicamente, come gli impianti fotovoltaici integrati perfettamente con gli elementi architettonici degli edifici, o gli impianti capaci di svolgere altre funzioni come avere funzioni di sostegno, o di regolazione della temperatura degli edifici o di approvigionamento dell’acqua.