Il fotovoltaico aiuta lo smaltimento dell’amianto

Dal 1992 l’amianto è fuori legge in Italia, ma tuttavia ci sono ancora molti tetti di edifici ricoperti di eternit a causa degli alti costi di smaltimento.

Il fenomeno non è solo nelle città ma compare anche nelle campagne dove fioriscono capannoni, garage e annessi per mezzi agricoli ricoperti di amianto.

Secondo l’Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro -Ispels – stiamo parlando di circa 26 mila posti da bonificare.

Le dimensioni del problema sono sicuramente maggiori, in quanto la ricerca ovviamente non puo’ arrivare a tutti i casi di edifici o siti fatti con amianto.

La soluzione pero’ arriva dal fotovoltaico.

La sostituzione delle coperture in Eternit/Amianto con pannelli solari fotovoltaici permette di ammortizzare i costi molto elevati degli impianti fotovoltaici tramite gli incentivi per lo smaltimento amianto.

Olte a questo c’è un incremento di 5 centesimi al kWh sulla tariffa incentivante del IV Conto Energia dato dal GSE.

Un’operazione quindi che offre solo vantaggi, sia per il cittadini che elimina in un solo colpo i costi di smaltimento dell’amianto, e vede l’aumento degli incentivi che per lo stato italiano che può ridurre la quantità di amianto presente sul territorio.