I costi del fotovoltaico

La tecnologia fotovoltaica permette di autoprodursi energia elettrica da poter utilizzare per conto proprio, o di venderla immettendola in una linea elettrica, il tutto nel pieno rispetto dell’ambiente.

I costi per la produzione di energia attraverso questa tecnologia, tuttavia, superano ancora di molto i costi di produzione “tradizionali” di elettricità.
Per questo dal 2005 i governi europei seguono direttive comuni per l’incentivo dell’installazione di tali impianti, ai fini di abbatterne i costi di produzione.
Tale programma è comunemente chiamato “Conto energia“, e sostanzialmente consiste in un rimborso.

In altri termini, la comunità europea incentiva l’utilizzo di queste tecnologie, affinchè si arrivi ad una Grid parity (parità di produzione tra i due sistemi di produzione). Dunque, il rimborso avverrà nella misura della produzione di energia elettrica dell’impianto installato.

Gli incentivi fotovoltaico (o rimborsi) verranno calcolati attraverso tabelle che variano di solito ogni 3-4 anni, a seconda dei costi di installazione di un impianto, e hanno come parametri variabili il tipo di impianto (integrato, parzialmente integrato, non integrato) e la potenza.

Se, ad esempio, si installa un impianto con una potenza compresa tra 1 KW e 3 KW, si potrà richiedere un rimborso di cirva 48 centesimi di euro per ogni KW di potenza elettrica prodotto dal proprio impianto.

Detto ciò, è dunque utile informarsi sui costi di installazione di un impianto. Il prezzo, ovviamente, varierà a seconda della potenza elettrica dell’impianto e di altri parametri. Esistono una vasta quantità di compagnie che offrono l’installazione dell’impianto con diverse soluzioni di pagamento.

Tra le principali troviamo l’Enel Green Power e la Edison. I costi, fondamentalmente, a seconda della compagnia e del tipo di modalità di pagamento scelta, può variare dai 2000 ai 5000 euro per KiloWatt di potenza installata. Dunque per un impianto per una casa ci si aggira attorno ai 10000 euro.

Sebbene i prezzi per tali impianti siano ancora elevati, questo vi permetterà di risparmiare sull’energia elettrica quotidianamente utilizzata in casa, strizzando, con orgoglio, un occhio all’ambiente.