Detrazioni fotovoltaico: sfuma la soglia del 55%

Detrazioni fotovoltaico: arriva la soglia del 55%. Come molti dei nostri lettori già sapranno, le detrazioni fotovoltaico arrivano al 50 per cento. Nei mesi scorsi, tuttavia, era sorta l’ipotesi di un intervento volto al risparmio energetico che possa consentire la fruizione di detrazioni fiscali per l’acquisto e l’installazione dei pannelli fino al 55 per cento.

È stata l’Agenzia delle entrate a chiarire che gli sgravi non supereranno il 50%. Nell’ambito del fotovoltaico sono scattate rilevanti novità. In particolare le detrazioni fiscali sono passate dal 36 al 50% per i pannelli impiegati a uso domestico, ossia quelle strutture che non prevedono la vendita dell’energia prodotta in eccesso. Queste detrazioni restano valide fino al 30 giugno 2013 per una spesa massima di 96 mila euro per abitazione.

È stata sollevata anche la questione relativa al risparmio energetico. Visto che l’opera di installazione di un impianto fotovoltaico è interpretabile come un intervento in favore del risparmio energetico, è possibile accedere agli sgravi fiscali che implicano una soglia del 55%?

Il presupposto che sta alla base di questa ipotesi è stato confutato dal Fisco. Se da una parte è vero che il fotovoltaico può rientrare nei parametri per beneficiare delle detrazioni, dall’altra, come chiarito dalla stessa Agenzia delle Entrate e dall’Enea, per l’installazione del fotovoltaico non possiamo ottenere una detrazione superiore al 50%.